Vaio, il dono per l'Ospedale: un nuovo elettrocardiografo all'Endoscopia digestiva e Gastroenterologia

2' di lettura 12/10/2021 - Ridurre i tempi di attesa ed ottimizzare la preparazione dei pazienti che accedono ai servizi di Day Service gastroenterologico.

Tutto questo è possibile anche grazie al nuovo gesto di generosità di ARIM, che dalla scorsa estate ha messo a disposizione dell’Unità operativa complessa (U.O.C.) di Endoscopia Digestiva e Gastroenterologia dell’Ospedale di Vaio un elettrocardiografo di ultima generazione.

Si tratta di un’apparecchiatura con interfaccia touch-screen e tecnologia wireless, che offre la possibilità di realizzare l’esame in tempi molto più rapidi e consente la trasmissione del tracciato via wi-fi. Una donazione che consente agli operatori sanitari di prendere in carico direttamente, già nella fase diagnostica preliminare, i circa mille pazienti che ogni anno accedono al Day Service: un modello di assistenza ambulatoriale utilizzato per gestire problematiche gastroenterologiche complesse attraverso esami che coinvolgono diversi ambiti di indagine.

Martedì 12 ottobre la cerimonia di ringraziamento che si è aperta con l'intervento di Anna Maria Petrini, commissaria straordinaria Ausl Parma. “Ringrazio Arim - ha dichiarato Petrini - che da sempre e con continuità è a fianco dell’Azienda USL con contributi destinati all’acquisto di attrezzature per i nostri Ospedali, di Vaio e anche di Borgotaro e per le strutture del territorio, come la Casa della Salute di San Secondo”.

“Auspichiamo di continuare con questa nostra attività di sostegno e collaborazione con l’Azienda sanitaria - ha detto Marzia Robuschi, Presidente ARIM - Un’attività che non si è mai fermata e che ci ha visti impegnati con raccolte fondi per l’Ospedale di Vaio anche nei mesi più duri della pandemia”.

Paolo Orsi, Direttore U.O.C. Endoscopia Digestiva e Gastroenterologia, ha sottolineato l'importanza della donazione per i pazienti del reparto. “L’elettrocardiografo di ultima generazione - ha evidenziato Orsi - consente ai nostri pazienti di fare presso l’U.O. di Endoscopia digestiva e Gastroenterologia tutto il percorso di diagnosi e cura, senza spostamenti all’interno dell’Ospedale, ottimizzando tempi e risorse”.

Parole di ringraziamento anche da parte di Giorgio Pigazzani, sindaco di Salsomaggiore Terme e Andrea Massari, sindaco di Fidenza. “Con questa donazione Arim conferma la grande attenzione all’Ospedale di Vaio, un nuovo aiuto concreto ai cittadini e ai professionisti sanitari - hanno concluso i due primi cittadini - E’ un piacere ritrovare la neo-presidente di Arim in questi locali, dove ha lavorato per tanti anni".

La donazione di un elettrocardiografo dedicato a questo percorso rappresenta un indubbio vantaggio per i cittadini, che vedranno diminuire i tempi di attesa, ma anche per i professionisti della gastroenterologia, che in questo modo possono monitorare il ritmo e l’attività cardiaca dei pazienti senza doversi rivolgere ad altri reparti. Inoltre, l'elettrocardiografo è in grado di effettuare il riconoscimento automatico del paziente attraverso la lettura del bracciale elettronico, garantendo così la massima sicurezza delle procedure cliniche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2021 alle 15:55 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 112 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, ausl di Parma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnYe





logoEV